7 cose che ho imparato da mio figlio

Friday, July 15, 2016

Tutte le cose che le madri imparano dei figli anche se sono piccoli

Da quando sono diventata madre, tante sono le cose che ho dovuto imparare.
Molte di più le cose che credevo di sapere, quelle che immaginavo avrei potuto insegnare a mio figlio.
Poi, è nato.
E tutto è cambiato.
Le mie certezze hanno cominciato a vacillare e se come madre vacilli, devi sapere che tutti sono pronti ad offrirti consigli e soluzioni che non vanno mai bene veramente.
Infine ho capito che l'unica persona che poteva insegnarmi ad essere madre era proprio mio figlio, ascoltando profondamente i suoi bisogni, i suoi occhi e le sue mani.
Ecco dunque cosa ho imparato da mio figlio:

1) A Fare sul Serio

Guardandolo disegnare o giocare con le costruzioni o con la sabbia, ho imparato a fare sul serio.
Ho capito che se voglio costruire qualcosa è necessario applicarsi al 100%, che sia un lavoro, un'amicizia, o qualsiasi cosa voglia realizzare.
Il focus e la determinazione vengono prima di tutto. Quando i bambini giocano, o sono interessati totalmente o sono totalmente disinteressati. E se si sbaglia, si ricomincia.



2) A magiare quando ho fame

A casa dei miei genitori si è sempre mangiato ad orari fissi: 12:30 e 19:30 e se avessi avuto o non avessi avuto fame, dovevo mangiare e finire tutto ugualmente. E questa cosa me la sono portata addosso da sempre e ho cercato senza volere di seguire queste abitudini.
Mio figlio, invece, mi ha insegnato che va bene mangiare ad orari fissi, a patto di aver fame.
E questa è una grande liberazione!


3) Saper dire di  No

Mio figlio mi ha insegnato il valore del sapere dire di no, con fermezza e gentilezza.
"no, grazie, ho detto no, grazie". Una volta si diceva che i bambini dovessero dire sempre di si agli adulti. Noi invece oggi, sappiamo che il valore del no, aiuta a esprimere se stessi e deve essere rispettato sempre.
Mentre io a volte per imbarazzo ero abituata a dire si, anche se avrei voluto urlare "NNNOOO!"


4) Spazio per le dolcezze

Non è mai troppo tardi o non si è mai troppo stanchi quando tuo figlio ti chiede "cocche (coccole)" , tu lo prendi e lo coccoli ed è naturale per una madre farlo. Ma questo mi insegna una cosa ancora più grande: che se voglio qualcosa, non bisogna dare per scontato niente, è necessario chiedere.
Chiedere aiuto, chiedere un abbraccio, chiedere supporto. Chiedere anche 100 volte di fila, se non si è soddisfatti. Senza vergogna, così semplicemente, perché non si ha niente da dubitare o nascondere. Cocche!

5) La moda

Mio figlio mi ha insegnato a liberarmi di molti clichet riguardanti la moda. Chi l'ha detto che il viola, l'arancio e il verde smeraldo cozzano? Si possono indossare liberamente. Ad esempio è possibile mettere una t-shirt sotto e sopra altre 3 invece di indossare una felpa carina, come questa che ho comprato qui che lui non ha mai indossato.
E' la tendenza estate 2016! Non lo sapevate?
E alla fine anche io ho capito che non è importante seguire una linea generale, ma la cosa principale è sentirsi bene con i vestiti che stiamo indossando, ed è bello indossare quei vestiti che ci fanno sentire più belli o quelli a cui siamo più legati, anche se sono della stagione appena passata.


6) Essere chi decidiamo di essere

Mio figlio mi ha insegnato che siamo noi ad essere chi decidiamo di essere.
Basta un rossetto arancione e una matita nera per diventare una tigre pericolosa, o ritagliare un pezzo di carta e dipingerla per diventare improvvisamente Batman o Spiderman.
La fantasia ci salverà.
E con fantasia intendo dire la capacità di immaginarsi in qualcosa di diverso rispetto a noi. Se non amiamo certi lati di noi, basta cambiare.


7) Varie piccole cose che ho imparato da mio figlio

E poi ho imparato che un letto king size non è così grande come pensavo.
Ho imparato che il volume della voce di un bambino di due anni è superiore a quella di un impianto audio da 2000 watt e poi ancora che è bello riabbracciarsi dopo che si è stati lontani anche per 10 minuti.
E ora so, che davvero, un bacio dato con amore, può guarire una piccola ferita.



You Might Also Like

0 Comments

Grazie per il commento
Blog di cucina di Barbara, food blog

Badge google


Blog Archive