Parigi: 10 consigli e posti da vedere in un week end

Tuesday, March 24, 2015

Parigi e l'amore. Parigi e i mille bistrot. Parigi e la cultura. Esistono mille anime in una città come questa.
Parigi è una delle mie città preferite ed anche se ci sono stata diverse volte, risulta sempre una potenziale candidata quando in famiglia si progetta ad un week end "fuori porta".
E' una meta ideale per una fuga romantica, ma non solo, perché Parigi è una meta adatta a tutti perché ha molto da offrire al visitatore ed è raggiungibile in appena 2 ore di volo, molto spesso anche a basso costo.
Se avete poco tempo toglietevi dalla testa di poter visitare tutto ciò che Parigi ha da offrirvi, quindi
partiamo dal presupposto che questo è impossibile. Per conoscere a fondo una città questa,  dovremmo viverci per interi mesi e dedicarci a scoprirla passo passo.
Per cui, dopo aver accettato il fatto che possiamo dedicarci solo ad un piccolo scorcio di Parigi, è bene farsi un'idea molto precisa di quello che possiamo fare.
In questo modo evitiamo di macinare chilometri su chilometri, che ci sfiancheranno solamente, rischiando di essere così stanchi non riuscire a vivere tutte le emozioni che questa città ha da offrirci.
Ecco una lista delle cosa da fare e di posti da visitare.

pic credits: 99Traveltip


1) Dove dormire
Dormire in appartamenti totalmente attrezzati ed in zone centrali, vicino ai mezzi di trasporto, ci fa sentire un po' più parigini e meno visitatori. Oltretutto è più economico che stare in albergo. In questo caso HouseTrip, è funzionale e semplice da usare.

2) Fare un corso di cucina
La pasticceria da dessert francese è tra le più fini al mondo. Perché non approfittare di un viaggio nella capitale francese, per fare un corso di piccola pasticceria o di pani francesi? Può essere davvero un'esperienza esaltante e si possono assaporare tante cose, oltre che conoscere altri viaggiatori.

3) Street food
Come ogni città, anche Parigi ha il suo street food di eccellenza.
Quindi il mio consiglio è di dedicare almeno un pasto alle crepes, che non sono solo dolci, come siamo abituati a pensarle. Ne esistono di innumerevoli varietà e io vi suggerisco di farcirle con dell'ottimo prosciutto o con i deliziosi formaggi francesi.

4) Musei
Il tempo è poco e la città può essere molto costosa.
Allora perché non pensare di programmare il viaggio in occasione della prima domenica di ogni mese? Perché in quell'occasione i musei del Louvre e Musèe D'Orsay, sono totalmente gratuiti. Armatevi di pazienza, ci potrà essere un po' di fila,  ma può essere una buona occasione per andare a vedere un'opera che avevamo voglia di vedere da tempo!

5) City-cicle
Beh, se abbiamo perso troppo tempo nei musei, non ci resta che recuperare facendo un giro in bicicletta. Parigi ha a disposizione 20mila biciclette in 1800 stazioni  e i primi 30 minuti di utilizzo sono gratuiti. Il servizio è attivo 24\7.

6) Notre Dame
La magnificenza della capitale del gotico è imperdibile e soprattutto è gratis. E' possibile visitarla anche in tour notturni.

7) Giardini
Fermiamoci da un panettiere  e acquistiamo una baguette, del vino rosso e del formaggio brie e andiamo a fare un pic-nic a Le Jardin des Tuileries, splendido giardino creato da Caterina de Medici.



8) Passaggi segreti
A Parigi ci sono molti passaggi coperti, sposso rappresentano anche grandi opere architettoniche e all'interno di questi passaggi si nascondono piccoli negozietti di antiquariato, graziose pasticcerie, orologiai vecchio stampo e molto altro ancora. Vale la pena vedere sulla mappa dove siamo, per scoprire quali di questi abbiamo a pochi passi. Tra i più belli ci sono la Galerie Véro-Dodat e la Galerie Colbert.

9) Paris by mouth
Questo genere di tour invece è a pagamento. Ma chi segue un blog di cucina è un foodies incallito. Quindi cosa c'è di più interessante che farsi un giro dai migliori maestri pasticceri a fare gli assaggi. Nel giro di poche ore saremo in grado di sapere se preferiamo i macarons di Lauree o di Pierre Hermes. Un pomeriggio ricco di assaggi, che altrimenti sarebbe impossibile da fare in poco tempo.  Infine il buffet sarà pieno di tutti i piccoli dolci francesi, ma non mancheranno gli assaggi dei grandi formaggi francesi e dei loro vini.

10) Montmartre
Se vi avanza ancora qualche ora è immancabile un giro nel 18° distretto, per rivivere la Parigi vibrante e un po' bohémienne di inizio secolo e perdersi tra le varie strade, ricche di botteghe, ristoranti, caffè ed artisti di strada.





You Might Also Like

2 Comments

  1. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
  2. bellissimo questo tuo post! Che voglia di tornarci, nel caso prendo spunto da quello che hai suggerito tu 😉

    ReplyDelete

Grazie per il commento
Blog di cucina di Barbara, food blog

Badge google


Blog Archive