,

La routine perfetta per pulire la cucina in 9 mosse

Wednesday, March 18, 2015

Pulire la cucina è l'ultima cosa che vorremmo fare durante il nostro tempo libero. Specialmente quando quel tempo libero è poco.
Ed è la cucina, l'ambiente della casa che si sporca maggiormente, sempre pregna di residui di cibo e vittima ignara delle nostre giornate di corsa e della nostra incuria.
Se si lavora fuori casa tutto il giorno è quasi inevitabile avere la sera il lavabo invaso da piatti sporchi e residui di cibo.
 Quando invece come nel mio caso si ha un food blog, allora non sarà solo il lavandino ad essere invaso, ma anche la sala da pranzo, con con i vari set allestiti per fare le fotografie, le diverse preparazione in cottura sui fuochi ed i residui sparsi sul tavolo in cucina. Pensate a come sarebbe se il vostro luogo di lavoro coincidesse con la vostra abitazione ed i refusi della vostra creatività la invadessero quotidianamente.
 Con il tempo, ho imparato ad avere una routine di pulizia e seguirla sistematicamente.
Questo a conti fatti mi aiuta a risparmiare molto tempo.
Questione di organizzazione mentale.


Ecco qui la mia routine:

1) Piatti nel lavastoviglie 
Dopo ogni preparazione o pasto è bene mettere i piatti sporchi nel lavastoviglie in attesa di raggiungere il pieno carico. Se si dimentica questo passaggio è meglio riempire il lavandino con acqua calda e poco detersivo e lasciare i piatti immersi per qualche minuto. Risparmieremo acqua e in quei minuti di standby passeremo ai punti 2 e 3.

 2) Acqua e aceto 
Puó essere molto utile preparare un detergente spray con una parte di acqua ed una di aceto, un limone e del bicarbonato. Questi sono i soli prodotti che ci occorrono per ottenere un prodotto veramente efficace.

 3) Eliminare cose inutili
 Se in cucina abbiamo anche dei soprammobili, c'è da considerare il fatto che raccolgono solo residui di soffritti e grassi, quindi eliminarli dalla vista e dalla cucina è un passo fondamentale per ridurre i tempi di pulizia della cucina.

 4) Superfici, sportelli ed elettrodomestici
 Con un panno umido ed il detergente spray contenente acqua e aceto, pulire tutti gli sportelli della cucina, le piastrelle ed i vari elettrodomestici (frullatori, microonde, macchina del caffè).

 5) Lavello e piano cottura
A questo punto pulire il lavello e il piano cottura, per il quale ci viene ancora una volta in soccorso il nostro detergente a base di acqua e aceto e che ritornerà ad essere brillante in un baleno. Per il lavello è meglio spruzzare e lasciare agire il detergente per qualche minuto. Per una pulizia più approfondita potremmo lucidare i lavelli con il succo di mezzo limone, strofinando per poi tamponare con un panno asciutto.

 6) Sparecchiare 
Si termina di sparecchiare il tavolo e si mettono via la tovaglia e tovaglioli.

 7) Spazzare
Spazzare le briciole e mettere via la spazzatura. Preparare i nuovi sacchetti puliti.

 8) Igenizzare le spugne
 I panni e le spugne utilizzate possono essere velocemente ed efficacemente sterilizzate mettendole per 2 minuti nel microonde. Nel frattempo si sostituiscono gli strofinacci sporchi con quelli puliti.

 9) caffè
Si prepara un caffè e ci si gode la nostra casa riordinata ed igienizzata.

E se ancora non siete contente, sapete che i fondi di caffé si possono usare anche per lavare i piatti? Questa ed altre chicche sul blog di Helpling, la piattafirma on-line che vi aiuta a prenotare la vostra colf di fiducia.

Questa routine di pulizia non ci porterà via più di venti minuti e giorno dopo giorno, grazie alla pratica continua, saremo in grado di ridurre considerevolmente i tempi.
Una sorta di espansione del vecchio concetto "mens sana in corpore sano". In una casa pulita ed in ordine la mia "mens" sta decisamente meglio!

You Might Also Like

4 Comments

  1. wow... una routine non ce l'ho ma da te c'è sempre da imparare: igienizzare le spugne nel microonde grande idea!
    PS Ma che cucina incantevole!!

    ReplyDelete
  2. Utilissimi consigli. La dose x il detergente è aceto, acqua, succo di limone e bicarbonato in che dosi??

    ReplyDelete
    Replies
    1. Scusami, @Consuelo Tognetti non avevo visto il tuo commento. Il mio detergente è composto 50% acqua 50 aceto e qualche goccia di limone. Il bicarbonato lo sciolgo in acqua. Senza bicarbonato. Questo lo puoi tenere in uno spray anche per un bel po' di tempo. CI pulisci vetri, specchi, allumini. Tutte le superfici praticamente. Con il bicarbonato 2 cucchiai sciolti in acqua invece lavi i pavimenti. :)

      Delete
  3. La mia cucina è sempre sotto sopra...quella del microonde per sterilizzare le spugne non la sapevo! Grazie delle info...

    ReplyDelete

Grazie per il commento
Blog di cucina di Barbara, food blog

Badge google


Blog Archive