Recensione: ristorante giapponese Kome, Firenze

Friday, January 10, 2014

Se volete fare un regalo a voi stessi o ad una persona speciale, dovete assolutamente andare al ristorante giapponese Kome di Firenze.

Si trova in pieno centro storico, in un bellissimo palazzo del '300, a due passi da Piazza Santa Croce, quindi chi conosce Firenze, sa bene che la zona é piena di vita e costellata da tanti bei localini. Quando ci siamo andati noi inoltre, era ancora pieno clima natalizio, per cui camminare tra quelle stradine così impregnate di storia, di arte e lucine è stato ancora più speciale.
Quel che colpisce una volta entrati è il grande bancone sushi, in pieno stile sushi bar di Shibuya con tanto di nastro trasportatore carico dei tradizionali piattini di sushi e sashimi così perfetti ed invitanti, cucinati in show cooking dai maestri giapponesi. 
Potrà sembrare una banalità, ma non lo è: tutto il personale è giapponese, cosa che garantisce ancor di più l'autenticità dell'esperienza. 

L'arredo è minimal chic con toni chiari e tavoli wengè ed ogni tavolo è dotato di BBQ Yakiniku, dove  si possono cuocere i vari pezzi di pesce o di carne. 
Ci fanno accomodare al primo piano, dove è situato il vero e proprio ristorante,  la mise en place é moderna, elegante ed al contempo non troppo formale. 
Il personale è estremamente cordiale e sorridente e si muove con estrema cautela, così discreto quasi al punto da diventare trasparente, caratteristica che ho ritrovato in diversi locali Tokyo e Kyoto.
La vera sorpresa però è il cibo. Noi abbiamo preso due bei piatti di sushi, tra i migliori dal punto di vista qualitativo che abbia mai mangiato, con l' immancabile zuppa di miso, calda e rincuorante, sicuramente da consigliare anche a chi non è un amante delle zuppe. 


Come "main dish" abbiamo scelto un gran piatto di vari tagli di carne cruda marinata, da cuocere a piacimento sullo Yakiniku. Il piatto viene portato con delle belle foglie di insalata e delle salsine di accompagnamento con cui fare dei gustosi involtini.
Inutile sottolineare la qualitá della carne: ottima. Voglio evidenziare quanto il cuocere insieme al proprio compagno la carne, renda l'atmosfera ancora più intima, conviviale e attiva. Partecipare per una volta in modo attivo alla cottura, fa si che il tempo sembri scorrere più velocemente, tra battute, discorsi e sorrisi. Mangiare al ristorante diventa così, un'esperienza da vivere non solo con il gusto, ma con le mani, con gli occhi e con i profumi.


Il dessert era un gelato di vari gusti, ricoperto di foglia di soia, dalla forma perfetta di un sushi che si è dimostrato un ottimo "palate cleaner".
La carta dei vini offre le migliori etichette italiane e diverse birre giapponesi.
Io ho avuto la fortuna di prenotare tramite un'offerta di Groupon a 59.00 euro e devo dire menomale, perché se una nota negativa la si vuol trovare, sta proprio nei prezzi, che lo rendono con tutta probabilità uno dei più costosi ristoranti giapponesi di Firenze.
Ma in fondo se costa tanto, é perché vale tanto. Consigliabilissimo!!!







You Might Also Like

0 Comments

Grazie per il commento
Blog di cucina di Barbara, food blog

Badge google


Blog Archive