,

Public houses

Tuesday, March 26, 2013


Ciao a tutti! Oggi vorrei dedicare ancora un piccolo spazio sul mio blog, alle differenze di costume che esistono fra italiani ed inglesi. 
Voglio parlavi del Pub. Il Pub, il cui nome è l'abbreviazione di "Public House", nasce come punto di aggregazione principale nei centri abitati. Un po' come i nostri bar di una volta. Ma mentre il bar nasce principalmente come posto dove andare a bere qualcosa, il Pub, oltre che alla mescita della birra, che comunque ancora oggi viene consumata a fiumi, viene associato alla preparazione di cibo, semplice ma tradizionale, il cosiddetto pub food. 
Mentre in Italia una donna frequentatrice di bar ha solitamente una pessima reputazione, i pubs inglesi sono liberamente aperti a tutti i generi di avventori, senza che la reputazione di nessuno venga intaccata. Sono solitamente posti molto accoglienti e caldi, dove prendersi una pausa mentre si passa da un negozio di scarpe come queste ad un altro, durante una "seduta" di shopping sfrenato. 



Si possono assaggiare i piatti della cucina tipica inglese come la Cottage Pie, il Sunday Roast o il più tradizionale Fish and Chips. Una cosa che mi ha sempre stupito ed alla quale non mi sono ancora abituata è l'abitudine che le donne hanno di lasciare la propria borsa di marca come questa incustodita mentre si recano alla toilette oppure escono per una sigaretta. Mi crea sempre una certa angoscia, ma in tutti questi anni non ho mai sentito nessuno lamentarsi di aver subito un furto. 
C'è una forte cultura del rispetto delle cose altrui e questo, devo dire che mi piace molto.
Comunque uno degli aneddoti più curiosi che vi posso raccontare riguardo alla mia esperienza di Pubs, mi è capitato a Sidney. Ok, non è Inghilterra ma c'è comunque un profondo legame tra le due nazioni. In Australia c'è l'abitudine di entrare nei Pubs a piedi nudi e il pavimento non è rivestito di tavole di legno, ma da un alto e spesso tappeto, che non ha nemmeno un odore... piacevole! Vi dicevo... All'entrata di un Pub di Sidney, una volta mi è capitato di vedere tranquillamente parcheggiate all'ingresso un paio di décolleté di Alexander McQuinn dal valore sicuramente maggiore della mia Kitchen Aid. 
Vi assicuro che in alcune parti dell'Italia, la proprietaria sarebbe ritornata a casa a piedi nudi! 

Vi lascio un paio di foto del mio "local pub" a due passi da casa

You Might Also Like

7 Comments

  1. bellissimo ed è proprio un ambiente caldo ed accogliente, qui in Italia avrebbero anche aspettato la signora all'uscita dal pub per rubarle anche altro. Triste a dirsi, ma è la realtà del nostro paese.
    Rosalba

    ReplyDelete
  2. che locale carino!! ma sei sempre a zonzo??? :P

    ReplyDelete
  3. Bellissimo ed è propio un ambiente caldo, accogliente, serenno éd buonno!

    ReplyDelete
  4. ma che belle ricette!da oggi tua nuova follower ti aspetto da me...

    http://assaggi-incucina.blogspot.it

    ReplyDelete
  5. Ma sai che i pub inglesi sono la cosa che mi manca di piu' dell'Inghilterra? Ricordo ancora la prima volta che ho portato mia mamma al pub....si vergognava all'inizio ma si e' dovuta ricredere....e come si mangia bene solitamente...altro che ristoranti stellati! Ancora sogno la fish pie che mangiavo nel mio local pub.....

    ReplyDelete
  6. Tutto vero..che bello potersi sentire liberi di lasciare la borsa senza preoccupazioni..pensa che io nel Tower Bridge avevo dimenticato lo zaino con soldi,digitale e telecamera..ho ritrovato tutto dopo una bella mezzoretta,al solito posto dove lo avevo appoggiato..figurati che eravamo già appunto a mangiare in un pub proprio lì vicino con tanto di camino..un pub davvero bello..e stavo mangiando un buonissimo Potato Tuna..si dice così o mi sbaglio??Mi hai fatto rivivere bei ricordi..prima o poi ci dobbiamo tornare..

    ReplyDelete

Grazie per il commento
Blog di cucina di Barbara, food blog

Badge google


Blog Archive