La moda nel cibo

Sunday, February 24, 2013

Il food è di moda e quest'anno se ne sono accorti proprio tutti, anche coloro che non ne sono mai stati interessati  e che considerano il cibo solo come "carburante" per il corpo. Ci sono miriadi di programmi televisivi legati alla gastronomia e alle ricette, gli chef sono delle celebrities, come negli anni 90 lo erano i grandi stilisti e i food blogger sono diventati degli opinion leader. In ogni libreria degna di questo nome c'è un reparto ampio di libri di gastronomia, con ricette svedesi, dolci, sui lievitati, ricette fotografiche, passo passo. Questi libri sono ben fotografati e ben curati come mai prima d'ora.
Ma vero è che il cibo è tendenza e moda e mentre sulle nostre tavole cominciano ad apparire persino i cake-pops, bisogna prendere atto che sono spariti da ogni menù, persino il più turistico, piatti semplici come i famosi tortellini panna e prosciutto o le pennette alla vodka. Insomma la gastronomia segue le mode e i tempi, proprio come accade per le calzature  o per i vestiti.
Quindi come è accaduto ai pantoloni a zampa di elefante, che sono passati da un must ad un definetely out, così succede anche per le mitiche farfalline al salmone, con quel gusto tutto 80's e che oggi esistono solo nei ricordi di qualche nostalgico 40enne.
Adesso è anche tempo di dolci, dolci importanti e articolati come quelli che riportano al cake design, ma anche di cucina molecolare e non esiste blog che non abbia almeno 4 versioni dei macaroons. Qui non cercate nessuno dei 3 termini...vi risparmio la fatica, tanto non li troverete. Anche perchè io sono una nostalgica 40enne.
Onestamente per quanto concerne il cake design e la cucina molecolare, mi sembra d'intravedere presto la fine di questa tendenza. Mentre per i macaroons, azzarderei a dire che resteranno dei grandi classici, proprio come accade alle più classiche delle Clarks, che mai passano di moda.
Associare i termini "moda" e "trendy" alla cucina produce sempre una strana sensazione, ma d'altra parte così è.
Se io avessi il potere di lanciare una moda alimentare sceglierei la "quinoa" come grande sostituto di tutti i piatti estivi, dalle insalate di riso a quelle di pasta o persino come accompagnamento ai secondi.  E io ho il potere di lanciare le mode, almeno nella mia cucina!

You Might Also Like

7 Comments

  1. Cara Barbara, bel post.. ma ti confesso che l'Italia è un grande paese e nelle città di provincia come nelle trattorie di una grande città come Roma puoi ancora gustare piatti semplici, buonissimi anche se poco trendy o "fuori moda".
    La quinoa.. ottima... concordo con te!
    Cucinare è di moda, senza dubbio ma se qualche tendenza cadrà nel dimenticatoio le buone materie prime e la buona cucina sopravviverà ovunque venga fatta..
    Buon inizio di settimana...
    Laura

    ReplyDelete
  2. ottimo tuto e la quinoa ottima, concordo con te.
    Buona setiimaba

    ReplyDelete
  3. io da brava 40enne e oltre adoro la pasta al salmone e non so niente fi cucina molecolare e non me ne importa niente se sono vintage nei gusti eheheheheh..la quinoa l'assaggerò

    ReplyDelete
  4. Un blog senza macarons e cake design, il mio, ma non vale perché pure io sto nell'area delle nostalgiche quarantenni.
    Mi sei piaciuta :)

    ReplyDelete
  5. Eccomi, sono per la cucina tradizionale, semplice e classica. Sono fuori moda?
    Pazienza :)
    Buona serata.

    ReplyDelete
  6. Concordo cara Barbara, ma credo anche che se un piatto è buono ed è valido nei suoi ingredienti, le mode gli fanno un baffo. E quì metto lasagne, tortellini, tiramisù, panettone, brasato, .... insomma: i piatti della tradizione non hanno stagione!

    buonissimo inizio settimana

    ps questa torta che hai postato è meravigliosa!

    ReplyDelete
  7. Oh mamma mia ma allora ho veramente 40 (and plus) anche io?? Perche'la pasta al salmone e' uno dei miei piatti e hai proprio ragione tu: e' fuorimoda! A me piace la cucina classica, ma che bello anche avere delle mode che introducono variazioni (a casa dei miei c'e solo ed esclusivamente amatriciana,carbonara ed abbacchio a scottadito...appeno arrivo a Londra torno alla mia normalita': varieta').

    ReplyDelete

Grazie per il commento
Blog di cucina di Barbara, food blog

Badge google


Blog Archive