The British colour

Monday, November 12, 2012

Come sapete bene io vivo a Londra e mi piace lasciarmi influenzare dalle mille sfumature di questa città che è "mille popoli e mille colori".
Quando sono arrivata da vera italiana, guardavo la moda londinese, un po' con la presunzione di chi crede di sapere tutto e che il buon gusto appartenga esclusivamente a noi inquilini dello stivale.
Oggi invece, trovo che gli italiani abbiano un gusto incredibile in fatto di moda, ma il loro stile è molto marcato, strettamente incasellabile e molto orientato sulle grandi marche. Insomma, pur indossando capi di altissima qualità, creano poco, facendo riferimento a cliché già prestabiliti e affidandosi molto raramente allo stilista che ognuno di noi ha dentro di sè.
Qui invece, riescono a commistionare una scarpa decolltè di Loboutin, con dei leggins comprati in quei super store da 1 sterlina, con un giaccone vintage trovato in un charity shop e incredibilmente la cosa sembra anche funzionare.... a patto però che si possegga solo il passaporto UK!
Un'altra tendenza very british adottata anche della Casa Reale, che quindi deve essere per forza considerata in qualche modo funzionale, è l'utilizzo delle sfumature di colore... Ovvero decidere di vestirsi partendo dalla scelta di un colore, diciamo un azzurro, è da li dal bra, alla borsa, al sandalo, al vestito utilizzare, sempre tutte le varianti della stessa palette di colore. Cappello compreso, of course.
Io non mi sono ancora così inglesizzata.... lo giuro,  al massimo la palette dalla quale attingo si limita al nero e le sue sfumature :)

immagine dal web

You Might Also Like

10 Comments

  1. quando ero a dublino adoravo il penny's, negozio economicissimo ma con degli articoli davvero bellissimi!

    ReplyDelete
  2. la regina e le mille sfumature pastello. Si, anch'io credo che i Londinesi abbiamo uno stile piu libero e privato dalle sovrastrutture e lo sento molto vicino al mio modo di essere... che poi mi sento altrettanto vicina agli Americani, se non di piu, è un'altra storia!

    ReplyDelete
  3. Hai ragione, quando vado in vacanza o in alcuni ambienti sociali qui in Italai, molti sono omologati nel vestire..... ma per fortuna non tutti siamo così..... buona giornata, Flavia

    ReplyDelete
  4. Credo che tu abbia proprio ragione Barbara:-) A me Londra piace un sacco tra l altro:-) un bacione e buon pomeriggio londinese:-)

    ReplyDelete
  5. Complimenti, ottima review..molto interessante!! :)
    Almeno a Londra non si troveranno mai dei cattivi abbinamenti :D

    ReplyDelete
  6. Ciao Barbara
    il tuo blog è sempre bello.
    Ma per il contest Kitchen Aid chi è il vincitore?
    saluti Guerino

    ReplyDelete
  7. ciao Brabara quando vuoi passa da me ho un pensierino per te :) Rosalba

    ReplyDelete
  8. le tue stesse considerazioni le ho sentite da molti amici francesi; è vero noi siamo più "marcaioli" (andiamo dietro le marche, i brand famosi)e fissati con la moda. Però come vestiamo noi, dai non veste nessuno.
    Ciao, sono Ivana, nuova amica !

    ReplyDelete
  9. Si noi italiani siano un tantino "fissati" con le marche famose, ma è indiscutibile che tutto il mondo ci invidia il buongusto, il made in Italy è emblema della qualità. E la Rainbow Queen è bellissima :-)

    ReplyDelete
  10. Cara Barbara, ho scritto un lungo commento, ma poi l'ho cancellato perche' mi rendo conto di avere una forte opinione sull'argomento moda Italiana/vivere all'estero. Sono completamente d'accordo con te. Ciao

    ReplyDelete

Grazie per il commento
Blog di cucina di Barbara, food blog

Badge google


Blog Archive